Sabi – Kintsugi Chiaraarte

Restauro Kintsugi, tempo di lavorazione 3 mesi.
Questo è il tempo che ho dedicato alla lavorazione del vaso in porcellana cinese della metà 1700, bianco con decorazioni dipinte blu.
L’oggetto era stata incollato con cianoacrilato, ho dovuto scollare i pezzi a fatica (alcuni hanno resistito a ogni tentativo); i cocci sono stati incollati con mugi urushi, una miscela di farina di riso, acqua e ki urushi

Il pezzo è stato poi messo nel muro per una settimana a 22° e 80% di umidità.
In seguito ho eseguito diverse stuccature e carteggiature; al raggiungimento di una buona qualità delle lineee, le ho pennellate con bengara urushi

Il tempo di asciugatura atto alla doratura con la polvere d’oro puro varia in base al quantitativo di lacca, alla diluizione, alle condizioni climatiche pur considerando che il contenimento dell’oggetto nel muro: varia dalla mezzora all’ora.

Ciò che nasce è un oggetto nuovo, un oggetto che racconta la sua storia, fatta di tempo, di persone, di cura e di mancanze. Così come bene Giangiorgio Pasqualotto descrive in ” Estetica del vuoto. Arte e meditazione nelle culture d’Oriente”

“Sabi. Il termine, il cui carattere associa -tranquillità- e -solitudine-, è tradotto normalmente con -rustica semplicità-. Il suo significato allude tuttavia alla condizione di cose e di oggetti che presentano, più o meno evidenti, segni di vita vissuta, tracce di tempi attraversati e sedimentati.Queste forme materiali non si presentano però come logore o fatiscenti, non denunciano il peso dei tempi -passati- e raccolti: appaiono come impregnate di vita, sia di quella loro propria, di destini minerali o vegetali, sia di quella di chi le ha, in maniere e in occasioni diverse, toccate, usate, consumate e pulite.”

Estetica del vuoto. Arte e meditazione nelle culture d’Oriente. Giangiorgio Pasqualotto

Kintsugi a Lucca Comics Games 2019


Cosa ci fa una restauratrice a Lucca Comics & Games? Può sembrare un controsenso portare un’arte antica tra cosplay e manga.
Non lo è. Lucca, nelle giornate del Lucca Comics & Games dedica al Giappone una sezione della manifestazione, Japan Town.


Partiamo da una delle più recenti novità in casa Japan Town: Japan Live trova una nuova location arricchita da eventi che mettono al centro la cultura giapponese. Le proposte per intrattenere i visitatori saranno molto variegate spaziando tra laboratori per neo-cosplayer sotto la guida di cosplayer affermati, interviste, performance di idol, karaoke, proposte culinarie da leccarsi i baffi e sfilate di gruppi e associazioni legati alle passioni di chi ama il Giappone.
Fonte Justnerd

Tra le iniziative in programma ci sarà anche una serie di appuntameti dedicati all’arte Kintsugi è un’antica tecnica giapponese che consiste nel restaurare oggetti in ceramica mettendo in evidenza le crepe con polvere d’oro.

A Lucca Comics & Games 2019 quindi proporrò un laboratorio, dove ci si confronterà non solo col restauro di una tazza con la tecnica Kintsugi moderna ma anche con la ricostruzione di ideogrammi: Forza, Coraggio e Impermanenza.

Due saranno gli appuntamenti del corso, tenuti entrambi nella Sala Workshop Japan Town (Sala Botte):

  • Dalle ore 10:00 alle ore 12:00 di sabato 2 novembre
  • Dalle ore 10:00 alle ore 12:00 di domenica 3 novembre

Inoltre, sabato 2 novembre dalle ore 17:00 alle ore 18:00 nella Sala Incontri Japan Town (Auditorium Cappella Guinigi), sarà possibile scoprire di più su questa tecnica artistica nella conferenza “Kintsugi, l’arte di riparare con l’oro”, sempre con Chiara Lorenzetti.

Ricordo che tutti gli eventi di Japan Town sono fuori dal perimetro della manifestazione e quindi non abbisognano del biglietto di ingresso.

Per partecipare occorre inviare una mail a info@chiaraarte.it per i dettagli e costi.

Fonti

Lucca Comics & Games
Just Nerd

MILANO DESIGN WEEK 2019

In occasione della Milano Design Week 2019, l’associazione DcomeDesign nello storico spazio della Biblioteca Umanistica di Santa Maria Incoronata nel cuore del Brera Design District, presenta la mostra DcomeDesign RELOADED ARTIERE_CRAFTSWOMEN, rinnovando la sua mission di promozione e diffusione della creatività.
Reloaded infatti significa proprio ricaricare, aggiornare, proponendo un terreno di incontro e confronto tra donne progettiste, nella diversa accezione di artigiane/artiste e designer e diventando un punto di riferimento come “centro di ricerca” generatore di idee e progetti.
Donne definite artiere | craftswomen – neologismo al femminile di craftsman – un termine che vuole proprio qualificare e circoscrivere l’arte del sapere fare che sempre più sta acquistando terreno nei confronti del design prodotto in serie. Artigiane – artiste che sanno coniugare intelletto – nel guardare “dentro” alle cose, fatto a mano e passione per un lavoro creato e realizzato con il cuore.
Le Artiere di DcomeDesign: 
Stefania Bassi 
Graziella Bellotti 
Cristina Busnelli 
Claudia Co Mastrangelo
Anna Consonni 
Livia Crispolti 
Manuela Di Loreto 
Antonella Ferrara 
Francesca Fossati 
Eleonora Ghilardi 
Franca Goppion 
Anna Guglielmetti 
Chiara Lorenzetti 
Alba Rosa Mancini 
Eva Munarin
Michela Muzzi 
Enrica Noceto
Marta Servadei 
Sabrina Sguanci Baroni 
Angela Simone
Francesca Tronca
Peppa Vey
IDEE MIGRANTI ONLUS 
IMPRONTE ASSOCIAZIONE CULTURALE

A fare da cornice alle artiere di DcomeDesign, un marchio – Adele-C – o meglio una donna – Adele Cassina – imprenditrice e figura storica del design italiano, che con i suoi prodotti continua a fare grande il Made in Italy.

Cocktail offerto da Nicoletta Rossi con “Osteria della Buona Condotta” e Patrizia Legnaro con i particolarissimi vini vulcanici del suo progetto d’impresa “UVA”

Scarica la cartella stampa

I prossimi workshop Kintsugi per l’autunno

È l’estate il periodo del riposo, ci si stacca dal quotidiano e la mente può finalmente essere libera di dedicarsi a sè. C’è chi fa sport, chi legge, chi dorme, chi viaggia, chi semplicemente vive il proprio tempo.
Io uso l’estate per riposarmi, viaggio appena posso e incontro le persone, l’arte soprattutto, mi inerpico a cercare piccoli villaggi, artigiani sconosciuti, mi piace ascoltare le persone, fare mie le loro storie.
E progetto. Progetto l’autunno, con tranquillità e tempo mi informo sui corsi, acquisto libri che leggerò, poso le fondamenta per il tempo che verrà.

Se anche tra voi c’è qualcuno che ama in estate fare progetti per l’autunno, eccovi le prossime date per i workshop di Kintsugi.

Se vuoi saperne di più, chiedi l’iscrizione alla mia newsletter, a info@chiaraarte.it

Restauro Kintsugi con tecnica tradizionale – corso base-10 ore, Milano.

La tecnica di restauro Kintsugi sta avendo grande riscontro in tutto il mondo. In Italia siamo ancora pochi a praticarla secondo l’antica tradizione giapponese, che prevede l’utilizzo di lacca urushi e polvere d’oro.
Vista la curiosità che avete intorno a questa tecnica, ho deciso di attivare un corso base di tecnica tradizionale di 10 ore su due giorni.
Lo terrò a Milano, pressolo Spazio Melotti, via Melotti 4, Milano Rogoredo (quartiere Santa Giulia) nei giorni 5-6 ottobre 2019.
Sabato 5 ottobre: ore 14-18
Domenica 6 ottobre: 10-12/ 13-18

Questo corso offre agli allievi la conoscenza base sulla storia e
l’evoluzione del restauro Kintsugi. Si compone di una parte teorica, in cui
verranno ripercorse le tappe che hanno portato alla nascita della tecnica, si
apprenderanno le informazioni di base sull’arte ceramica giapponese, sulla
cerimonia del té (strettamente legata al Kintsugi). La parte pratica verterà su
rottura, uso della lacca urushi, restauro e uso della polvere d’oro imitazione.

Questo corso prevede che alcune fasi della lavorazione vengano eseguite su oggetti già in fase di restauro, dati i lunghi tempi di polimerizzazione della lacca urushi.

Scarica qui il programma completo.

Spazio Melotti
Via Melotti 4
Milano Rogoredo, quartiere Santa Giulia
Chiama 3495830059
Mail info@chiaraarte.it

Workshop di quattro ore di Kintsugi moderno da Arti-sta a Monza

Domenica 29 settembre, dalle 14,30 alle 18.30, terrò il workshop di 4 ore di tecnica moderna a Monza, presso Arti<>sta.
Arti<>sta è un associazione culturale che non opera a fini di lucro con sede in Vicolo Lambro 1 a Monza, persegue finalità di promozione, divulgazione di idee ed esperienze tattili, visive ed emotive promuovendo l’arte del “fatto a mano” e dell’artigianato in genere.
In programma dal prossimo settembre corsi, workshop, eventi, convegni e mostre.
Apertura solo durante le manifestazioni e i corsi.

Questo corso offre agli allievi la conoscenza base sulla storia e
l’evoluzione del restauro Kintsugi. Si compone di una parte teorica, in cui
verranno ripercorse le tappe che hanno portato alla nascita della tecnica, si
apprenderanno le informazioni di base sull’arte ceramica giapponese, sulla
cerimonia del té (strettamente legata al Kintsugi). La parte pratica verterà su
rottura, uso di resina epossidica, restauro e uso della polvere d’oro imitazione.

Scarica qui il programma completo.

Arti<>sta
Vicolo Lambro 1
Monza
Per informazioni e iscrizioni
Chiama 3386246178
Email infoarti.stamonza@gmail.com

Workshop di due ore Kintsugi Moderno presso Atelier Arte Insieme

Sabato 28 settembre, dalle 10 alle 12, si terrà il corso di tecnica Kintsugi moderna base, due ore complessive.
Ho scelto l’Atelier Arte Insieme perché è un luogo delicato e sereno, Melania e Nadia sono ospiti eccellenti e nel loro laboratorio, dove ho già condotto diversi corsi, mi trovo bene.

Questo corso offre agli allievi la conoscenza base sulla storia e
l’evoluzione del restauro Kintsugi. Si compone di una parte teorica, in cui
verranno ripercorse le tappe che hanno portato alla nascita della tecnica, si
apprenderanno le informazioni di base sull’arte ceramica giapponese, sulla
cerimonia del té (strettamente legata al Kintsugi). La parte pratica verterà su
restauro, uso di resina epossidica e polvere d’oro imitazione.

Qui si può scaricare il programma del corso

Atelier Arte Insieme
Via Gabetti 4
Milano

Per informazioni e iscrizione
Chiama 339 547 6894
Email arte.insieme@libero.it

Invisibile

Invisibile.
Non sempre abbiamo voglia di mostrare le ferite, semplicemente non serve, non aggiunge nulla al racconto di noi, è un passato finito, lontano, superato
Lasciano un solco dorato, questo sì, che si confonde con la nostra pelle, e si intravede, c’è ma non parla più.
Kintsugi Chiararté, tecnica tradizionale giapponese, lacca urushi e polvere d’oro puro.

Le linee dorate sono sottili, quasi invisibili su questo gres color terra, scompaiono ma ci sono; così è per noi la vita, non sempre osiamo o riteniamo di mostrare le nostre ferite, ma sappiamo esserci. Profonde, toccanti, il nostro essere vivi.

Kintsugi è una tecnica giapponese nata alla fine del 1400 in Giappone. Una tecnica non solo artistica ma che ha implicazioni filosofiche e psicologiche molto ampie, che riguardano le nostre ferite, quelle dell’anima, di come siamo capaci a rinascere ogni volta più forti e unici.

Kintsugi è una tecnica lenta, utilizza la lacca auctoctona urushi, rispetta i tempi, porta alla riflessione. È un lavoro difficile e minuzioso. Quando mi metto al tavolo di lavoro, la mia mente cambia, rallenta, spesso lavoro in silenzio, il tavolo è diverso. La mente è diversa.
Su ogni pezzo vi è una rottura, un atto che non comporta distruzione ma creazione; con la rottura creo un unico imperfetto che diventa perfetto, ricamato di fili d’oro nelle linee di frattura.

Workshop di 4 ore di tecnica moderna, Venezia, I Bochaleri, 14 luglio 2019

L’arte Kintsugi è un’antica tecnica giapponese che consiste nel riparare oggetti in ceramica mettendo in evidenza le crepe con polvere d’oro.
Nasce alla fine del 1400, sotto lo shogunato di Ashigaka Yoshimasa, in un periodo culturale e artistico molto fertile, influenzato dall’estetica wabi sabi e dalla filosofia Zen.
La tecnica originale giapponese prevede l’uso della lacca autoctona Urushi e della polvere d’oro; in occidente viene più comunemente usata la resina, perché ha costi ridotti ed è di più semplice reperibilità.

Il corso “Kintsugi, l’arte di riparare con l’oro” è aperto a chi vuole conoscere una parte di mondo giapponese, fatto di poesia e arte, di filosofia e di cerimonia del tè. È condotto da Chiara Lorenzetti, restauratrice dal 1991 presso Chiarartè, a Biella, studiosa e restauratrice di arte Kintsugi.


PROGRAMMA
-Storia dell’arte Kintsugi.
-Higashiyama bunka: la nascita della cerimonia del tè, l’Ikebana, il sumi-e, il teatro No e la produzione ceramica.
-Mushin e mono no aware, la filosofia del Kintsugi.
-Rottura, il suo significato.
-Studio di un oggetto in ceramica e sua rottura.
-Restauro Kintsugi con resina e polvere d’oro.
-Yobitsugi e maki-e, diversi approcci artistici al Kintsugi

Per Info contattare I Bochaleri
Evento Facebook

Workshop Kintsugi, Nipponbashi Matsuri 2019, Treviso, 30 giugno 2019

Kintsugi significa “riparare con l’oro”: durante il laboratorio di due ore andremo a sperimentare come questa antica tecnica giapponese, risalente alla fine del 1400, possa essere attualizzata e resa fattibile con nuovi materiali, andando a valorizzare crepe e rotture di un pezzo da restaurare.
Il laboratorio è aperto a chi vuole conoscere una parte di mondo giapponese, fatto di poesia e arte, di filosofia e di cerimonia del tè.
Porteremo a casa un oggetto in ceramica riparato con la tecnica Kintsugi e i passi per iniziare a conoscere la cultura giapponese in tutte le sue sfumature.


Il workshop comprende:
2 ore di lezione e laboratorio (dalle 15 alle 17 di domenica 30 giugno)
Una ceramica
I materiali per il lavoro della giornata, colla e polvere simil oro.
Luogo del workshop: area workshop di Papermedia, via San Nicolò 11, Treviso

Per costi e informazioni contattare gli organizzatori.
Evento Facebook