Arte

Kintsugi è un restauro artistico, a differenza del restauro classico occidentale: significa che le linee dorate possono seguire sia le rotture che essere create appositamente per un disegno, una forma, seguendo il pensiero che la ceramica ci porta o la natura che ci circonda.

Ogni restauro che eseguo su una ceramica è un’opera unica, così come unica era la rottura. I clienti lasciano a me la libera interpretazione dei loro oggetti, spesso mi raccontano la storia che li accompagna, la vita che hanno vissuto, a chi sono appartenuti.

Mi raccontano le ferite e le vittorie; le emozioni passano dal cliente a me e io interpreto I loro pensieri. Nascono quindi opere che raccontano piccole ferite, o abbellimenti, una spirale, un segno.
Alla tecnica Kintsugi si unisce lo Yobitsugi, l’inserimento di un coccio di differente provenienza in una mancanza della ceramica: spesso utilizzo vetrini di mare, altre volte cocci grandi, così diversi nel colore e forma da essere come un gioiello incastonato.

Il processo di lavorazione è lento, laborioso, necessita cura, attenzione, dedizione, tempo, lentezza, amore, attenzione e precisione.


Alla fine ho realizzato un’opera unica, ho ridato all’oggetto la sua funzione originale: infatti un restauro Kintsugi è forte e resistente, adatto anche all’utilizzo con alimenti e bevande.
Spesso gli oggetti che restauro non sono oggetti di grande valore economico, ma di immenso valore affettivo e simbolico. E questo mi rende fiera, mi fa stare bene, come una mano che continua a dare, un dono che ottengo, un dono che do.

Richiedi il preventivo a info@chiaraarte.it