La tradizione Kintsugi per Toyota Italia

Doroppu, una forma a goccia con i colori del Giappone, un’opera di design che è anche un premio, nasce dalle menti creative dell’agenzia The Partnership di Roma per un ambizioso progetto Toyota per le olimpiadi 2020 di Tokyo: The Unbreakable.

Doroppu è una ceramica che si infrange a terra e cadendo si rompe in mille pezzi.
Sono gli atleti del Toyota Team a farla cadere, e nel cadere raccontano le loro difficoltà, la strada in salita, quel momento dove hanno pensato di non farcela.
Le mie mani sono la ricomposizione, le mie mani raccolgono, mettono insieme, lentamente, con il tempo della lacca urushi e l’oro del Kintsugi, i Doroppu; così le vite dei campioni tornano a splendere, nuovi nella dorata fragilità.
Unici, come si è dopo aver cambiato strada e aver ritrovato il proprio centro.

L’arte Kintsugi tradizionale Kintsugi è una tecnica antica giapponese, risale alla fine del 1400. Utilizza materiali della tradizione, lacca urushi, farina, tonoko e polvere d’oro, o polvere d’argento (Gintsugi)
Così com’era, così si usa ora, rispettando tempi e pazienza, con utensili e materiali che negli anni sono rimasti invariati. E questo non per mancanza di progresso ma per rispetto, rigoroso e sacro, della tradizione.

Le fasi di lavorazione partono dall’incollaggio dei cocci, con lacca urushi e farina di riso, Nori urushi, con un tempo di attesa di 5-6 giorni nel muro, un ambiente a 25° e a 80% di umidità, che permette alla lacca di polimerizzare.
Dopo una settimana si passa alla stuccatura delle linee di rottura, con Ki urushi e tonoko. Al contatto con l’aria, la pasta ottenuta assume un colore scuro, che resterà tale anche dopo la polimerizzazione nel muro, 5-6 giorni, 25° e 80% di umidità.

Le stuccature possono essere numerose, così come la carteggiatura ogni volta più precisa e raffinata, e ogni volta che passo a una nuova stuccatura devo mettere in conto i giorni della polimerizzazione.
Al termine di questo procedimento, che ha svariati gradi di personale perfezione, sulle linee di rottura ben definite, passo con il pennello la lacca nera, kuro urushi, che serve a impermeabilizzarle e a renderle ancora più precise.

Ora si comincia a vedere delineato il disegno che la rottura ha creato, il fluire delle fratture che raccontano un oggetto nuovo.
È questo il tempo per prepararsi all’oro, con una superficie liscia, uniforme e resistente all’acqua.
Con un pennello di setola animale si ricoprono le linee di rottura con bengara urushi, lacca urushi rossa, e si attende un tempo non definito, ma legato alla sensibilità dell’artista, prima di deporre la polvere d’oro.
È un tempo importante, forse il più importante di tutta la lavorazione. Un tempo che arriva con la pratica e l’uso, che non si può spiegare se non con tentativi e fallimenti. Arriva il giorno in cui l’occhio intuisce quando il rosso vira di colore ed è pronto per l’oro.

Non bisogna dimenticare che anche in questa parte di lavoro occorre riporre l’opera nel muro, che sempre determina i tempi con la temperatura e l’umidità corrette. Senza, il lavoro sarebbe perso.

E all’ultimo l’oro.
Oro in polvere che lentamente si deposita sullla lacca e alla lacca aderisce penetrandone in profondità. Più polvere si aggiunge, maggiore sarà la lucentezza che verrà esaltata dal wata, cotone di seta, da strofinare con delicata decisione.
Le nuove forme sono delineate, l’oro è il segno del tempo passato, di ciò che si è rotto per essere riparato, la forza del non cedere, il coraggio del presente.
Il Kintsugi è compiuto.

Lavorare a The Unbreakable è stata una grande esperienza e lavorativa e umana.
Oltre al restauro Kintsugi delle opere Doroppu, ho impersonato me stessa nelle scene video. Ho avuto modo di vedere da vicino gli atleti per i quali ho creato le opere, ascoltare le loro storie, le rotture e le rinascite.

Il Doroppu ora porta con sè la storia della sua rottura, la storia del campione che ha voluto raccontarla.

Ivan Federico: “Se non cadi, non hai evoluzione”
Immagino per lui che è campione di skateboard, linee morbide con diverse filature.
Immagino la linea che lascia lo sci nella neve.
Immagino un centro, una radice da cui diparte un reticolo.
La rottura è una crescita.

Andrea Pusateri: “Ho imparato che per ogni cosa bella ne accade una brutta. E di nuovo una bella”
Immagino per lui un pezzo mancante dorato che rappresenti la sua mamma la cui perdita è forza. Senza quel pezzo dorato non si tengono uniti i cocci.
Metto la parte mancante dalla parte del cuore

Simona Quadarella.
Tante piccole rotture, filamenti molto fini, un reticolo.
Racconta la sua forza fragile, determinata ma attaccata dalle difficoltà.
Una parte grande davanti, per lei le rotture sono quasi invisibili.

Gabriele Detti
Linee orizzantali, come onde del mare. Sinuose, alcune grandi e altre piccole.
Immagino un braccio, un muscolo grande e uno piccolo. Come una vena

Bebe Vio
Immagino una rottura netta, una sola.

Vanessa Ferrari
Immagino diverse rotture, alcune più grandi, altre meno, come continui blackout. Tagli netti, quasi scontrosi, e poi linee fluide. Un alternarsi di rotture e linee.

Ivan Zaytsev
Immagino una rottura quasi nascosta, non fisica, nel cuore, un diramarsi di vene da un centro caduto.

2 risposte a “La tradizione Kintsugi per Toyota Italia”

  1. Ogni volta che vedo un suo lavoro,provo un’ emozione fortissima! Potrebbe darmi informazioni riguardo il costo dei materiali usati? Nel mio piccolo riparo le ceramiche con colla vinilica e foglia oro.Il risultato è carino ma,niente a che vedere con il Kintsugi! Mi piacerebbe fare un corso con lei. Le sarei grata se mi desse notizie sui corsi on line . Le auguro una buona giornata.
    Francesca Fois

    1. Buongiorno Francesca, la ringrazio per le sue parole.
      I prezzi dei materiali variano parecchio, un kit base parte dai 150€ per arrivare a Kit più completi a 400€
      La lacca urushi è in vendita prevalentemente in Giappone e deve un po’ orientarsi tra i vari siti online – o andare in Giappone, la miglior scelta in assoluto 🙂 –
      In questo momento ho attivo un corso online, di Kintsugi moderno di due ore (la lascio il link
      https://www.etsy.com/it/listing/771238256/corso-individuale-online-kintsugi-larte) e a breve credo attiverò anche un corso online di Kintsugi tradizionale.
      Se le fa piacere la iscrivo nella mia newsletter così da restare informata.
      Saluti
      Chiara

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *