“Kintsugi, l’arte di riparare con l’oro” – Salone dell’Arte e del Restauro di Firenze – Lezione 3: “La lacca urushi”

Venerdì 16 ottobre, ore 20

La lacca urushi è una lacca giapponese di altissima qualità; è estratta dalla pianta autoctona Rhus verniciflua fin da tempi antichissimi.

In Cina si sono ritrovati oggetti laccati risalenti al 4000 a. C., mentre in Giappone fino a 5500 anni fa, nel periodo Jomon.

La Rhus verniciflua è una pianta decidua che raggiunge fino ai 10 metri di altezza. La linfa grezza è raccolta da piccoli tagli sul tronco da maggio a novembre; in seguito è filtrata dalle impurità e lasciata decantare in modo che l’acqua contenuta evapori completamente.

Questo procedimento di stagionatura, nayashi, serve a determinare la qualità della lacca urushi, la lucentezza, la viscosità e la trasparenza.

La linfa grezza è chiamata ki-urushi; la lacca ottenuta con la stagionatura, molto chiara, suki-urushi.
La lacca con ossido di ferro rosso si chiama bengara urushi, mentre la lacca nera si chiama kuro-urushi.

Partecipazione
Il costo d’iscrizione per ogni lezione è di € 10.
Il costo d’iscrizione per tutte e tre le lezioni è di € 20.
Per iscriversi occorre inviare una email all’indirizzo info@chiaraarte.it

Il numero massimo di partecipanti a ogni lezione è di 10 persone.

Programma delle lezioni

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *